Gran Priorato di Roma
Sovrano Militare Ordine di Malta

Piazza dei Cavalieri di Malta, 4
00153 - Roma - Italia
Tel. +39.06.5779193
Fax +39.06.5758351

segreteria@granprioratodiroma.org

 

IBAN
Gran Priorato di Roma
IT48K0335901600100000118944
bic: BCITITMX
Gran Priorato di Roma - Pellegrinaggi
IT53O0335901600100000118948
bic: BCITITMX

MESSAGGIO DI FINE ANNO DEL PROCURATORE AI MEMBRI DEL GRAN PRIORATO DI ROMA DEL SOVRANO MILITARE ORDINE DI MALTA

Cari Cavalieri, Dame, Donati e Donate del Gran Priorato di Roma,

 nell’imminenza delle festività natalizie invio a Voi ed ai Vostri cari gli auguri più sinceri. Possiate trascorrere il Santo Natale e l’Epifania in quell’atmosfera di serenità e raccoglimento che queste grandi ricorrenze cristiane infondono alle famiglie ed alle comunità dei credenti! Ma la gioia e la speranza che ci porta la commemorazione dell’Avvento del Redentore non devono rimanere nostro esclusivo appannaggio. Dobbiamo adoperarci affinché possano estendersi anche ai nostri assistiti: i “Signori Poveri” ed i “Signori Malati”.

Sono molte e valide le iniziative caritatevoli che le Delegazioni del Gran Priorato di Roma intraprendono proprio in questi giorni. Siamone consapevoli ma senza autocompiacimento. C’è sempre qualcosa da migliorare e dobbiamo impegnarci a tal fine. Viene giustamente sottolineato che il binomio spirituale/caritativo, che da più di novecento anni distingue il nostro Ordine, impone che nel nostro agire la fede e la beneficenza siano in rapporto strettamente solidale. Nel fare la carità, mentre riconosciamo nello sguardo dei nostri assistiti quello di Nostro Signore, dobbiamo sforzarci di fare in modo che essi, coloro che aiutiamo, percepiscano in noi la Sua emanazione.

Nel 2018 le Delegazioni del Gran Priorato hanno non solo proseguito i loro consueti programmi caritatevoli, ma anche posto in essere nuove iniziative. Tra queste il programma di diagnosi ed assistenza cardiologica “Le domeniche del cuore”, che ha effettuato, nel territorio gran priorale, otto interventi coinvolgenti in toto circa 300 assistiti. Inoltre il programma “SerenaMente” - per gli affetti da malattie senili, con particolare attenzione al morbo di Alzheimer - già avviato grazie alle concrete iniziative delle Delegazioni di Marche Nord e di Latium Vetus. A Civitanova Marche, ad opera della Delegazione Marche Sud, è stata iniziata in ottobre un’attività ludica e didattica (“Il villaggio di Peter Pan”) destinata ai bambini ricoverati nel Reparto Pediatrico del locale Ospedale. Alla stazione ferroviaria di Orte, la Delegazione di Viterbo-Rieti ha aperto in novembre un nuovo Centro di Assistenza Sociale mediante un’innovativa collaborazione con le Ferrovie dello Stato, alla quale potranno ispirarsi altre Delegazioni in vista di analoghe iniziative. Da ultimo è stato inaugurato un Centro di Assistenza Sociale a Settebagni,  ad opera della Delegazione di Roma. 

I risultati raggiunti vanno nel 2019 ulteriormente consolidati e, quando possibile, ampliati. Anche perché la nostra rete assistenziale e caritativa si trova sollecitata da esigenze crescenti. Come ha sottolineato Sua Santità Papa Francesco nella Sua omelia alla Santa Messa a San Pietro nella Giornata dei Poveri: “Il grido dei poveri diventa ogni giorno più forte, ma ogni giorno meno ascoltato!”.  Certamente non possiamo affrontare da soli questa tremenda prospettiva ma è indubbio che nel nostro Gran Priorato vi siano tuttora molte energie latenti da incanalare in un maggiore sforzo collettivo di carità cristiana. Sta ai Delegati adoperarsi, in modo intelligente e propositivo, per individuare ed indirizzare queste energie. Rivolgo loro un forte appello, impegnando il Gran Priorato a continuare a sostenere attivamente il loro lavoro. E’ parimenti indispensabile una profonda ed articolata ricognizione della nostra spiritualità. Ai Delegati spetta dare impulso ed incoraggiamento alle attività spirituali dei loro Cappellani. Encomiabile da questo punto di vista la “Giornata di meditazione nel tempo di Avvento” tenutasi all’Abbazia di Montecassino il 15 dicembre scorso per iniziativa del Delegato di Veroli.

Il nostro Cappellano Capo, il Reverendo Monsignore Guido Mazzotta, ha convocato il 27 novembre passato, presso la sede del Gran Priorato all’Aventino, i Cappellani delle Delegazioni per una riunione di coordinamento presieduta da Sua Eccellenza Reverendissima il Prelato dell’Ordine, Monsignore Jean Laffitte. E’ inoltre prevista, per la prima metà dell’anno prossimo, un’assemblea di tutti i Cappellani del Gran Priorato. Sappiamo che molti impegni ci attendono nel 2019 e non penso solo a quelli del Gran Priorato e delle sue Delegazioni. Si stagliano infatti all’orizzonte importanti scadenze che riguardano l’intero Ordine di Malta, ad iniziare da quelle relative alla prevista riforma della Carta Costituzionale e del Codice. 

Ispirandoci alla Preghiera del Cavaliere, chiediamo alla Beata Vergine di Fileremo, a San Giovanni Battista, al Beato Gerardo ed a tutti i nostri Santi e Beati, di assistere l’Ordine nel suo insieme ed il nostro Gran Priorato in particolare, nell’importante e delicato periodo che ci è dinanzi.  Con questo auspicio rinnovo a voi, cari Confratelli e Consorelle, nonché ai Volontari ed alle Volontarie che si prodigano al vostro fianco, i miei più sinceri voti per il Natale e l’Anno Nuovo, chiedendovi di unirvi a me nel porgere gli auguri più devoti a Sua Altezza Eminentissima il Principe e Gran Maestro, Frà Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, al quale ci lega particolare, memore affetto.

Amedeo de Franchis