Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Celebrazione della festività di San Giovanni Battista Stampa E-mail
Sabato 23 Giugno 2012 19:52

Il Cardinale Patrono, Sua Eminenza Paolo Sardi, ha presieduto oggi la solenne Celebrazione Eucaristica in occasione della festività di San Giovanni Battista nella tensostruttra dell' ospedale dell' Ordine dedicato al Santo.
Alla presenza del Gran Maestro, del Gran Commendatore e dei membri del Sovrano Consiglio e del Consiglio di Governo, un gran numero di Cavalieri, Dame e volontari si è riunita intorno ai tanti Signori Malati che hanno partecipato alla Messa.
Nel corso della Celebrazione si è tenuta la cerimonia di incoronazione del Bambino Gesù di Praga a cui l'ospedale è stato consacrato. La Sacra effigie è stata donata dal Gran Priorato di Boemia e restaurata e arricchita grazie all'intervento di vari benefattori che hanno voluto esprimere in tal modo la loro devozione e il loro ringraziamento per i celesti favori ricevuti.
In particolare, la corona è stata realizzata con il contributo della Signora Clara Passalia e grazie all' opera del Maestro orefice Enzo Luccà e della scultrice Gabriella Sernesi.
Il culto all’Infanzia di Gesu’ in Boemia (oggi Repubblica Ceca) e’ legato al tempo del barocco, e il Santo Bambino di Praga ne e’ il protagonista assoluto. La storia di questa particolare statua di cera comincia nel sud della Spagna, come opera di uno scultore sconosciuto. Si dice provenga da un convento tra Cordoba e Siviglia, nel quale viene venerata una copia in legno della statua. Da qui la trasse dona Isabela Manrique de Lara y Mendoza. Con la figlia Maria Manrique de Lara la statua prese la via della Boemia, essendosi sposata con un nobile ceko Vratislav di Pernstein. Come dono di nozze la ricevette sua figlia, Polyssena allorche’ si sposo’ con Vilem di Rozumberk. Ella prese con se la statua del Santo Bambino anche nel suo secondo matrimonio, dopo la morte del primo marito. Si sposo’ con Zdenek Vojtech di Lobkowicz e, dal momento che non ebbe figlie, regalo’ la preziosa statuina al priore dei Padri Carmelitani Scalzi, presso il convento di Santa Maria della Vittoria nel quartiere di Mala Strana in Praga.


 
66° Anniversario della Proclamazione della Repubblica Italiana Stampa E-mail
Lunedì 04 Giugno 2012 21:13

Il Corpo Militare ACISMOM anche per quest’anno ha partecipato alle celebrazioni per il 66° Anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana con una rappresentanza di n. 3 Ufficiali e n. 3 Sottufficiali in occasione della deposizione di una corona d’alloro da parte del Presidente della Repubblica Italiana al Sacello del Milite Ignoto.

Leggi tutto...
 
Terremoto in Emilia: il Corpo Militare ACISMOM insieme al CISOM Stampa E-mail
Lunedì 04 Giugno 2012 21:05

Dal 29 maggio 2012 un gruppo 10 militari del 1° Reparto (Milano), competente per territorio, ha raggiunto l’area di assistenza alla popolazione del Comune di Bomporto (Modena) in supporto al Corpo Italiano di Soccorso, vista la richiesta che questi ha ricevuto dal Dipartimento della Protezione Civile di ampliare la ricettività del campo, a causa dell’aggravarsi della situazione sfollati per il sisma.
Il nostro personale ha portato in dotazione alcune strutture campali (cucina da campo, tenda pneumatica e gruppi elettrogeni). L’attività richiesta è stata essenzialmente quella di dare un supporto di tipo logistico.
Il Comando del Corpo ha messo in allerta anche gli altri Reparti per effettuare una turnazione di personale che garantisca il supporto per un periodo di tempo fino a termine dell’esigenza.


 
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Succ. > Fine >>

Pagina 30 di 42