Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Stampa E-mail
Sabato 03 Febbraio 2018 10:51

altIl 27 e il 28 gennaio si sono svolte nella sede della Delegazione di Pisa, come ormai da molti anni in questo periodo, due giornate di formazione spirituale del Gran Priorato di Roma, dall’impegnativo argomento,ma fondamentale per le comunità umane e per un Ordine religioso, “Gareggiate nello stimarvi a vicenda”, tratto dalla Lettera ai Romani (12,10) di S. Paolo . 



Sabato 27 mattina, dopo le Lodi presiedute da Don. Teodoro Mutti, sono stati aperti i lavori dal confratello Diego Fiorini, organizzatore del convegno, e dal Delegato di Pisa, Ammiraglio Nunzio Pellegrino.
S. E. Fra’ Giacomo Dalla Torre Del Tempio di Sanguinetto, Luogotenente di Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta ha introdotto l’argomento del convegno, ringraziando gli organizzatori.
A seguire, il Prof. Adriano Dell’Asta, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha tenuto la relazione dal titolo “Oriente e Occidente dell’Europa: sulle tracce di un’unità più grande delle divisioni”.
Alla fine della relazione sono stati creati due gruppi di lavoro sotto la guida dei professori e confratelli Paolo Papanti-Pelletier de Berminy e Federico Marti. 
Nel pomeriggio il Rev. Prof. Eduardo Baura, della Pontificia Università della Santa Croce, ha tenuto una relazione dal titolo “Rispetto e Amore. La giustizia e la misericordia quali virtù complementari nei rapporti interpersonali”.
I due gruppi di studio già costituiti hanno lavorato con interesse anche ai nuovi temi scaturiti da questo secondo intervento..

Domenica 28 gennaio, dopo le Lodi e la Meditazione, Fra’ Giovanni Scarabelli ha tenuto la relazione dal titolo “La vocazione giovannita: una gara verso la santità”.
I due gruppi di studio, creati il giorno precedente, si sono riuniti insieme per ascoltare le conclusioni del prof. Paolo Papanti-Pelletier de Berminy che ha fatto un sunto di quanto i partecipanti hanno esternato durante i lavori di studio.
Gli argomenti trattati sono stati i seguenti:

conoscere a fondo se stessi

il perdono e la misericordia, correlati a brani del Vangelo 

stima e amore verso il prossimo

semplicità nell’essere

l’importanza di comprendere il prossimo con particolare riferimento ai più deboli

l’importanza di intraprendere un cammino di misericordia, tenendo per mano i propri confratelli e consorelle con fede e lealtà.

Alla fine della mattinata, S. E. Fra’ Giacomo Dalla Torre Del Tempio di Sanguinetto ha spiegato, con molta serenità e saggia eloquenza, le motivazioni per le quali si stanno studiando le modifiche statutarie del Sovrano Ordine di Malta.
Con la Santa Messa e la colazione fraterna si è concluso il convegno.