Messaggio
Stampa
Domenica 05 Novembre 2017 17:14
altSi è concluso domenica scorsa il tradizionale pellegrinaggio del Sovrano Ordine di Malta al Santuario della Santa Casa di Loreto, che si svolge ogni anno a fine ottobre. Circa 1.700 tra membri e volontari dell’Ordine di Malta hanno assistito oltre 300 malati durante i tre giorni di pellegrinaggio e preghiera nel santuario mariano italiano. Erano rappresentate quindici delegazioni dei tre Gran Priorati italiani.

Il pellegrinaggio di quest’anno è stato presieduto dal Luogotenente di Gran Maestro, Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, accompagnato dal Sovrano Consiglio, e ha visto le cerimonie religiose più importanti affidate al Cardinale Paolo Sardi, già Cardinale Patrono e all’Arcivescovo Angelo Acerbi, già Prelato dell’Ordine.

Venerdì sera i partecipanti al pellegrinaggio sono stati accolti dall’Arcivescovo di Loreto, Monsignor Fabio Dal Cin il quale, nel corso della celebrazione eucaristica nella Basilica, ha indirizzato parole di profondo apprezzamento per l’operato dell’Ordine.

“Nella sua millenaria esistenza, tra le traversie e difficoltà della storia che non sono mancate, l’Ordine di Malta ha sempre saputo rivolgere il proprio sguardo a chi – nelle differenti epoche storiche – era considerato debole e povero, assistendo, difendendo e curando i bisognosi e gli emarginati, a servizio della Chiesa e per Amore e difesa della Fede in Gesù Cristo, così come recita il motto proprio dell’Ordine: Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum”. L’Arcivescovo ha esortato membri e volontari dell’Ordine di Malta a continuare nella loro opera di assistenza ai malati e alle persone che soffrono a causa di violenze, persecuzioni o disastri naturali.

La particolarità del pellegrinaggio al Santuario di Loreto è la presenza dei bambini e ragazzi. Quest’anno 170 tra giovani e piccolissimi – dai 4 ai 16 anni – si sono prodigati nel trasporto e accompagnamento dei Pellegrini assistiti, oltre a prestare servizio in refettorio con efficienza e grande entusiasmo.