Stampa E-mail

Per raggiungere i suoi fini istituzionali il Gran Priorato è fornito di un sistema di governo previsto dall’art. 29 della Carta Costituzionale e dall'art 3 dello Statuto.

Tale ultimo articolo individua come Organi del Gran Priorato:

  • il Gran Priore ovvero il Luogotenente o il Vicario nei casi previsti rispettivamente dagli artt. 31 e 32 della Carta Costituzionale
  • il Consiglio Ristretto
  • il Capitolo.



Il GRAN PRIORE: S.E. il Venerando Balì Fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto

Il Gran Priore è responsabile davanti al Gran Maestro ed al Governo dell’Ordine del buon andamento del Gran Priorato e del raggiungimento dei fini caritativi ed umanitari nonché della elevazione spirituale e morale dei suoi membri (artt. 4, 5, 6 dello Statuto ed art. 225 del Codice). Il Gran priore è eletto per sei anni dal Capitolo e confermato dal Gran Maestro. La durata del suo incarico è disciplinata dall’art. 30 della Carta Costituzionale. Prima di prendere possesso della carica presta giuramento nelle mani di S.A.Em.ma.

Il Gran priore di Roma Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di SanguinettoIn data 24 gennaio 2009 è stato eletto come LXVII Gran priore di Roma Fra’ Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto.
Discende da una antica famiglia comitale trevigiana da sempre legata alla Santa sede; infatti tra i suoi avi si annovera un Direttore dell’Osservatore Romano (il nonno), un Direttore  Generale dei Musei Vaticani (il padre) mentre il fratello Giuseppe è l’attuale Presidente del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano.
È laureato in Lettere classiche e specializzato in Archeologia Cristiana e Storia dell’Arte presso l’Università La Sapienza di Roma e presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana.


IL CONSIGLIO RISTRETTO

Il Consiglio Ristretto è composto da due membri ed è previsto dall’art.29 par.3 della Carta Costituzionale. Viene eletto dal Capitolo ai sensi dell’art. 9 dello Statuto granpriorale. Il suo compito è quello di assistere il Gran Priore, a richiesta dello stesso, nell’esercizio delle sue funzioni.
I componenti del Consiglio Ristretto sono: il Cancelliere Marchese Loredano Luciani Ranier,Gran Croce di Onore e Devozione in Obbedienza ed il Cavaliere di Onore e Devozione in Obbedienza S.E. l'Ambasciatore Nobile Amedeo de Franchis


IL CAPITOLO

Il Capitolo Gran Priorale è previsto dal paragrafo 4 dell’art. 29 della Carta Costituzionale mentre gli artt. 8 e 9 dello Statuto ne disciplinano la composizione, i compiti e le facoltà

Fanno parte del Capitolo: il Gran Priore, i Cavalieri ed i Cappellani Professi appartenenti al Priorato, il Cancelliere, il Ricevitore nonché due rappresentanti del secondo ceto tutti con voto deliberativo nonché l’Assistente caritativo con voto consultivo

Attualmente oltre al Gran Priore il Capitolo Gran Priorale è composto da:

S.E. il Venerando Balì Fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto, Gran Priore di Roma

S.E. il Venerando Balì Fra’ Carlo d’Ippolito, nato a Napoli il 3 maggio 1933. Entrato nell’Ordine il 17 maggio del 1997 attualmente è membro del Sovrano Consiglio. In data 6 dicembre 2011 è stato nominato Gran Commendatore.

S.E. il Venerando Balì Fra’ John E. Critien,  nato a Malta il 29 settembre 1949. Laureato in Lingua e Letteratura inglese. Entrato nell’Ordine il 22 aprile 1983: E’ stato Delegato Gran priorale di Pisa dal 2000 al 2004. Attualmente ricopre l’incarico di Cavaliere Residente a Forte S. Angelo a Malta e di Consultore del Sovrano Consiglio nonché quello di Presidente della Commissione di Disciplina e di Ricevitore del Gran Priorato.

S.E. Nobile Gian Luigi Magliocco, Marchese di Brugneto, Cavliere di Giustizia, nato a Roma il 09 settembre 1947, è Presidente  di società di gestioni immobiliari. Entra nell'Ordine nel 1991. Nel 2011 emette i primi voti temporanei. Attualmente è membro del Sovrano Consiglio e Presidente della Veneranda Lingua d'Italia per i Pellegrinaggi del Sovrano Militare Ordine di Malta.

S.E. il Venerando Balì Fra' Gherardo Hercolani Fava Simonetti,  nato a Bologna il 28 agosto 1941 e  ricevuto nell'Ordine il 26 giugno 1963. Emise la professione dei voti perpetui il il 23 aprile 1977. Ricoprì l'incarico di Consigliere del Sovrano Consiglio  dal 16 gennaio 1978  al 22 marzo 1983  e di Gran Priore di Lombardia e Venezia dal 1984 al 1994. Il 6 novembre 2006 è stato nominato Commissario della Chiesa. Fino al 5 dicembre 2011 ha ricoperto l'incarico di Gran Commendatore.

Il Cavaliere Gran Croce di Giustizia Fra' Filippo Maria Ferretti di Castelferretto,  nato ad Ancona il 19 novembre 1929. Laureato in Giurisprudenza. Entrato nell'Ordine il 20 aprile 1993. Cavaliere professo di voti perpetui dal 13 ottobre 2002. Dal 4 maggio 2006 al 8 dicembre 2008 ha rivestito l'incarico di Gran Priore di Roma.

Il Commendatore di Giustizia Fra' Marco Luzzago, nato a Brescia il 23 giugno 1950, viene ricevuto nell'Ordine nel 1975 e nel 2003 emette i Voti solenni divenedo Professo. Nel 2011 diventa Commendatore di Giustizia.

Il Marchese Loredano Luciani Ranier, Gran Croce di Onore e Devozione. Nato  a Montegranaro (AP) il 30 aprile 1928, ingegnere libero professionista, sposato con quattro figli. Riveste la Carica di Cancelliere del Gran Priorato. Entrato nell'Ordine il 26 aprile 1995. Già Delegato di Ascoli-Fermo. Ha emeso la Promessa di Obbedienza il 13 dicembre 2010.

S. E. il Nobile Professor Paolo PAPANTI PELLETIER de BERMINY, Nobile di Pisa e di Livorno, Gran Croce di Grazia e Devozione in Obbedienza, nato a Roma il 21 Luglio 1951 e ricevuto nell'Ordine nel 1984 ha ricoperto varie cariche nella magistratura italiana. Eletto dall'Assemblea del 18 Giugno 2014 quale membro del Capitolo come Rappresentante del II ceto.

S.E. l'Ambasciatore Nobile Amedeo de Franchis, Cavaliere di Onore e Devozione in Obbedienza, nato a Napoli il 9 settembre 1939. Laureato in giurisprudenza è entrato in servizio al M.A.E. nel 1962. Come membro del Gran Priorato di Napoli e Sicilia è entrato nell'Ordine il 23 maggio 2001 in qualità di Cavaliere di Onore e Devozione. Successivamente è passato al secondo ceto l'8 maggio 2006. È transitato nel Gran Priorato di Roma come da Seduta consiliare del 27 aprile 2007. Già ambasciatore d'Italia in Pakistan dal 1984 al 1988, a Madrid dal 2002 al 2006 e dal 1998 al 2002 Rappresentante Permanente dell'Italia presso la NATO a Bruxelles. Consigliere dell'ACISMOM dal 6 dicembre 2007. Attualmente è membro del Consiglio di Stato. riconfermato dall'Assemblea del 18 Giugno 2014 quale membro del Capitolo come Rappresentante del II ceto.

L'ASSEMBLEA

L’assemblea è prevista e disciplinata dall’art. 16 dello Statuto.

Almeno una volta all’anno il Gran Priore convoca l’Assemblea dei membri del Gran Priorato

L’assemblea elegge l’Assistente caritativo ed i rappresentanti del secondo ceto presso il Capitolo.

La durata dell’incarico e di tre anni, rinnovabili.

Nell’Assemblea il Granpriore, il Ricevitore e l’Assistente Caritativo presentano e illustrano una Relazione scritta sulle loro attività

Attualmente l’Assemblea è costituita da circa 1000 membri.

LE CARICHE E...

Le Cariche amministrative del Gran priorato sono indicate dall’art. 10 dello Statuto.

Esse sono: Il Cancelliere, il Ricevitore, il Vice Ricevitore e l’Assistente Caritativo.

I responsabili di tali Cariche (salvo l’Assistente Caritativo) non sono eletti dall’Assemblea bensì personalmente scelti dal Gran Priore sulla base di un rapporto fiduciario “intuitu personae” e durano in carica sei anni. I nominativi dei prescelti vanno poi comunicati al Capitolo perché tale scelta diventi operativa

Il servizio reso dai titolari delle Cariche è a titolo assolutamente gratuito.

IL CANCELLIERE Marchese Loredano Luciani Ranier, Gran Croce di Onore e Devozione in Obbedienza

La figura del cancelliere è prevista dall’art.11 dello Statuto.

Esso sovrintende secondo le istruzioni del Gran Priore, salvo le competenze del Ricevitore, al funzionamento degli Uffici e agli affari del Gran priorato ed è di diritto Segretario del Capitolo. Egli cura l’esecuzione delle Deliberazioni prese dal Capitolo, redige e conserva nell’Archivio i verbali delle riunioni capitolari, provvede al funzionamento dell’Archivio, istruisce e istituisce le pratiche attinenti ai rapporti con le Autorità entro e fuori dell’Ordine.

Il RICEVITORE S.E. Fra' Jhon Edward Critien, Venerando Balì Gran Croce di Giustizia

La figura del Ricevitore è prevista dall’art.12 dello Statuto. In conformità alle direttive del Gran Priore il Ricevitore amministra e gestisce i fondi compresi quelli provenienti dai contributi, predispone i bilanci e le relative Relazioni.

Il Vice Ricevitore  Nobile Andrea Nannerini, Marchese di Nannarini, Patrizio di Fermo, Cav. di Grazia e Devozione
Carica recentemente aggiunta dal Sovrano Consiglio, coadiuva il Ricevitore nel normale svolgimento delle attività amministrative del Gran Priorato.

L'ASSISTENTE CARITATIVO - PRO TEMPORE  Nobile Andrea Nannerini, Marche di Nannarini, Patrizio di Fermo, Cav. di Grazia e Devozione

 La carica di Assistente Caritativo è prevista dall'art.13 dello Statuto del Gran Priorato. È eletto dall'Assemblea e assiste il Gran Priore nelle attività caritative del Gran Priorato e coordina le attività caritative delle singole Delegazioni attraverso i Responsabili Delegazionali per le Attività Caritative.


... GLI UFFICI

Gli Uffici non sono espressamente indicati dalle norme in quanto rappresentano attività di volta in volta individuate dal Gran Priore e che, ritenute importante per la vita del Gran Priorato, sono affidate a persone scelte dal Gran Priore stesso. Gli Uffici sono tuttavia previsti nella loro generalità dall’art.9 d) dello Statuto. Gli incarichi degli Uffici non hanno una durata predeterminata e sono revocabili “ad libitum” del Gran Priore.

I titolari di tali Uffici non fanno parte del Capitolo e prestano il loro servizio a titolo assolutamente gratuito

Ad oggi sono operativi: l’Ufficio per le Comunicazioni, l’Ufficio del Cerimoniale Liturgico, l'Ufficio per i Pellegrinaggi e l'Ufficio per le Attività Caritative.

L’Ufficio per le Comunicazioni, è composto dal Resp. Conte Luciano Valentini di Laviano, Cav. di Grazia e Devozione in Obbedienza, gestisce ed aggiorna il presente sito.  È sua competenza mantenere i contatti con le Delegazioni attraverso i singoli Responsabili per la Comunicazione e con il Gran Magistero. Fanno parte dell'Ufficio anche i sottoindicati Responsabili Delegazionali per le Comunicazioni:
FirenzeStefania Giusti Marche: Marco Corradi; Perugia: Filippo Orsini; Pisa: Cristiana Ancisi; Roma: Danilo Ceccarelli Morolli; Veroli: Stefano Zauli; Viterbo: Armando Poggetti.

L’Ufficio Centrale del Cerimoniale Liturgico composto da 11 membri cura le celebrazioni domenicali presso la Cappella Palatina nonché l’organizzazione degli Esercizi Spirituali e quant’altro possa servire ad un adeguato servizio Liturgico. Esso è composto dai seguenti membri: Resp. Luigi Romeo con Pier Fanello Fanelli, Fernando Giulio Crociani, Roberto Nannerini, Giorgio Marino, Massimo Vignola, Renato de Andreis, Franco Cherti, Fabrizio Ratto-Vaquer, Edoardo La Rosa, Andrea Khanas.
Collegati a detto Ufficio, abbiamo i Responsabili Delegazionali per il Cerimoniale Liturgico. Firenze: Giuseppe Vescovo; Marche: Giordano Torresi; Perugia: Federico Marti; Pisa: Pietro Adilardi; Roma: Renato de Andreis; Veroli: Giuliano Paniccia; Viterbo: Armando Poggetti.

L'Ufficio per i Pellegrinaggi è composto dal Responsabile, Contessa Maria Grazia Pocci Muti Bussi Dama di Onore e Devozione, che coordina  il lavoro  dei nove Rappresentanti presso le Delegazioni  e riferisce direttamente al Consiglio Magistrale dei Pellegrinaggi.
Fanno parte di questo Ufficio i relativi responsabili delle Delegazioni:  Firenze, Nobile Maria Rosaria Alli Maccarani Palazzuoli Bevilacqua di Colle Dama di Onore e Devozione; Marche, Patrizia Adele Giri Dama di Grazia Magistrale; Perugia, Sig. Massimo Bindella Donato di Devozione; Pisa, Contrammiraglio Ing. Nunzio Pellegrino Cavaliere di Grazia Magistrale; Roma, Marchesa Maria di Montanara Dama di Onore e Devozione; Veroli, Dr. Giuseppe Ritucci Cavaliere di Grazia Magistrale; Viterbo, Colonnello Dr. Sandro M. Itro Gran Croce di Grazia Magistrale.

L'Ufficio per le Attività Caritative coordina, quando è possibile, le AACC delle Delegazioni, propone nuove attività caritative e segue quelle AACC che sono emanazione diretta del Gran Priorato. Tale ufficio è composto dall'Assitente caritativo Pro Tempore del Gran Priorato, Marchese Andrea Nannerini, e dai sottoindicati Responsabili delegazionale per le Attività Caritative: Firenze - Alessandro Tamagnini; Marche - Giordano Torresi; Perugia - Conte don Marcello Borromeo; Pisa - Diego Fiorini; Roma - Generale Sergio Manganaro; Veroli - Giovanni Spaziani; Viterbo - Enzo M. Colonna.


COMMISSIONE ARALDICA

Il Gran Priorato dispone, per lo studio e la definizione di pratiche genealogico-nobiliari di una Commissione Araldica composta da tre Consultori Membri ed uno Supplente.

Presidente: S.E. l’Ambasciatore Marchese Aldo Pezzana Capranica del Grillo, Gran Croce di Grazia e Devozione con Fascia

Membro: Rev.mo Mons. Prof. Annibale Ilari, Cappellano Gran croce Conventuale ad honorem

Membro: Nobile don Giovanni Salazar, Cavaliere di Onore e Devozione in Obbedienza,

Membro: Conte Vittorio Vitalini Sacconi, Cavaliere di Onore e Devozione

Membro supplente: Nobile Giovanni Franchi, Cavaliere di Grazie e Devozione


COMMISSIONE DI DISCIPLINA

Ai sensi dell’art.122 del Codice è costituita una Commissione permanente di Disciplina per la valutazione ed eventuale assoggettamento a sanzioni del comportamento dei membri del secondo e terzo ceto. Tale Commissione è composta da

Presidente :S.E Fra' John Edward Critien Venerando Balì Gran Croce di Giustizia

Membro: Marchese Raffaele Carrega Bartolini Principe di LucedioCavaliere di Onore e Devozione

Membro: prof. Giorgio Marino Gran Croce di Grazia Magistrale


CAPPELLANO CAPO DEL GRAN PRIORATO
Mons. Natale Loda nato a Chiari (BS) 18 ottobre 1957. Laureato in giurisprudenza nel 1982 presso l'Università cattolica di Milano. Nel 1986 ottiene il baccalaureato in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Nel 1988 consegue la Licenza in Teologia Dogmatica con specializzazione in Ecclesiologia presso la stessa Università. Ordinato sacerdote per la Diocesi di Roma il 29 novembre 1989 dal Card. Vicario Ugo Poletti. Successivamente ha conseguito il dottorato in Diritto Canonico orientale presso il Pontificio Istituto Orientale. Cappellano di Sua Santità il 7 agosto 2006. È entrato nell'Ordine il 14 marzo 2000. Presiede le celebrazioni  presso la Casa dei Cavalieri di Rodi e coordina i 103 cappellani del Gran Priorato. Organizza e gestisce gli annuali esercizi spirituali delle Dame e dei Cavalieri. È coadiuvato dai membri dell'Ufficio celebrazioni liturgiche del Gran Priorato.

Responsabile del Protocollo: Nobile Giorgio Mirti della Valle, Cav. di Onore e Devozione

Delegato per la formazione: Dott. Renato de Andreis, Cav. di Grazia Magistrale

Delegata per il movimento giovanile: Contessa Maria Cristina Spalletti Trivelli, Dama di Onore e Devozione

Delegato per il progetto professioni: S.E. l'Ambasciatore Alessandro dei Conti Pietromarchi, Cav. di Onore e Devozione