circolare 19/2019 Avvicendamento dell'Assistente Spirituale di Chioggia (VE)

Si comunica che con Missiva del 02.11.2019  SE Rev.mo Mons. Adriano Tessarollo , Vescovo della Diocesi di Chioggia, ha reso noto alla Delegazione la sua decisione di un intervento conforme alla figura dell'Assistente Spirituale per i membri e volontari della Diocesi nominando, in sostituzione di Don  Andrea Rosada, il parroco della Parrocchia della Cattedrale di Chioggia , mons. Danilo Marin. Sua Eccellenza ha inoltre concesso all'Ordine, l'utillizzo della Chiesa di San Francesco, in Corso del Popolo, poco distante dal Duomo, dove si può tenere la celebrazione della Santa Messa con catechesi mensile nonchè celebrare le altre ricorrenze dell'Ordine ed eventi, incontri e conferenze sulla storia e sulle attività melitensi.

Sentiamo il dovere di ringraziare con un caloroso plauso e una particolare riconoscenza di Andrea Rosada, Cappellano Magistrale dell'Ordine e attualmente impegnato nella Parrocchia di San Mauro di Cavarzere, per la più che decennale collaborazione a favore della crescita delle attività melitensi a Chioggia. nonchè per la pubblicazione riposta a favore della crescita spirituale di un numero di giovani che si sono o meglio si sta distinguendo nelle varie iniziative organizzate dalla Delegazione a favore dei malati e dei poveri. Siamo sicuri che don Andrea continuerà ad essere, per la Delegazione di Venezia, un sicuro, valido e collaborativo riferimento anche per il prossimo avvenire. Per consentire a Mons.Danilo Marin il tempo necessario per entrare nella vita melitense l'incontro di catechesi di sabato 30 novembre, già previsto nel programma alla Madonna della Navicella, verrà spostato in un dato da stabilirsi. Il Sig. Delegato Co. Lorenzo Giustiniani a conferma di quanto  espresso nell'incontro del 28.11.2019 a Chioggia, sente il desiderio di rinnovare i nostri ringraziamenti a Mons. Danilo Marin per essersi reso disponibile e che l'impegno manifestato nella presenza dell'Ordine a Chioggia progredisca nei carismi tradizionali della “tuitio fidei” e “obsequium pauperum