Messaggio
Stampa
Martedì 10 Ottobre 2017 11:00



Tortona (AL). Il 16 settembre 2017 presso la Cappella del Palazzo Vescovile in Tortona, S.E. Rev.ma Mons. Vittorio Francesco Viola, ha ricevuto la Croce di Cappellano Conventuale ad honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta. Presenti alla cerimonia, fra gli altri, il Procuratore del Gran Priorato di Lombardia e Venezia, il Cavaliere di Giustizia Fra’ Angelo Chiastellaro, il Delegato di Genova e Liguria Bernardo Gambaro, il Delegato di Piemonte e Valle d’Aosta, Emanuele di Rovasenda del Melle, il Rev. Padre Fra’ Aldo Campone O.F.M., Don Fulvio Berti, Don Gianluca Vernetti (in rappresentanza della Delegazione di Milano) e Augusto Vianson, coordinatore della sezione del Basso Piemonte della Delegazione di Genova e Liguria.

La cerimonia, che ha visto una significativa partecipazione di Donati, Cavalieri e Dame dell’Ordine e la presenza di autorità civili e militari: il Prefetto di Alessandria Romilda Tafuri, il Prefetto di Pavia Attilio Visconti, il Sindaco di Tortona Gianluca Bardone, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Tortona Magg. Carlo Giordano, il Comandante del distaccamento della Polizia Stradale di Serravalle Scrivia Sost. Comm. Bruno Pellegrino, e il Vice Sindaco di Voghera Daniele Salerno.

Il Cappellano Conventuale ad honorem Padre Aldo Campone ha commentato la lettura prevista per il Rito di Consegna della Croce, cioè Matteo 5, 1-12, ricordando che otto sono le punte della croce melitense a rievocare le otto beatitudini, Padre Aldo si è rivolto ai presenti invitandoli a non dimenticare l’importanza simbolica della croce, che si onorano di portare: per otto volte risuona questo grido di Gesù, che raggiunge gli ascoltatori chiedendo loro di leggere la propria situazione, di discernere con chi si collocano nel mondo e dunque di convertirsi, di cambiare modo di pensare e di comportarsi.



Terminata la riflessione di Padre Aldo Campone, dopo la lettura della formula di consegna della Croce di Cappellano Conventuale ad honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta, in nome del Luogotenente di Gran Maestro, Ven. Balì Fra’ Giacomo della Torre del Tempio di Sanguinetto, il Procuratore del Gran Priorato e Fra’ Angelo Chiastellaro hanno imposto l’insegna a S.E. Mons. Vittorio Viola, che ha concluso il rito con alcune considerazioni in merito all’attualità del motto del nostro Ordine, Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum, e con il ricordo del Gran Maestro dell’Ordine, il Servo di Dio Fra’ Andrew Bertie, scomparso nel 2008, il cui processo di beatificazione è stato avviato nel 2013. (Foto: Luigi Bloise).