Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

S. Messa Interforze per la Santa Pasqua Stampa E-mail
Domenica 23 Marzo 2014 09:46

Il Generale C.A. Corrado Dalzini, Comandante della Regione Militare Sud, ha invitato per il giorno 17 marzo il Delegato, Marchese  Don Paolo de Gregorio, a presenziare alla Santa Messa Interforze che si celebra, come di consueto, nella Cattedrale di Palermo in preparazione della Santa Pasqua. La Sacra funzione religiosa è stata presieduta da S. Em.za Rev.ma Cardinale Paolo Romeo, Arcivescovo Metropolita di Palermo Balì Gran Croce Onore e Devozione, concelebrata unitamente da S. E. Rev.ma l’Arcivescovo Santo Marcianò, Ordinario Militare per l’Italia, e dai Cappellani Militari della Regione Militare Sud. Al solenne rito, accompagnato dalla Corale del Duomo, hanno partecipato le maggiori Autorità Civili e Militari, tra le quali, oltre al Comandante della Regione Militare Sud, Generale Dalzini, il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, Generale B. Giuseppe Governale, il Comandante della Regione della Guardia di Finanza, Generale D. Ignazio Gibilaro, l’Ammiraglio Francesco Paolo Carpinteri e numerose rappresentanze dei Corpi militari, di polizia, dei Vigili del Fuoco, della C.R.I. e delle II.VV. della C.R.I., erano pure presenti la rappresentanze del Nastro Azzurro, dell’U.N.U.C.I, e del P.A.S.F.A. Ai Membri dell’Ordine di Malta sono stati assegnati dei posti riservati tra le autorità. Il Marchese Don Paolo de Gregorio ha ringraziato con viva cordialità il Generale Dalzini per il gradito invito, inviandogli un messaggio nel quale ha messo in risalto il valore delle Forze Armate italiane, che sono aralde di pace e di umanità in tutti i teatri operativi nei quali sono chiamate per assicurare la sicurezza internazionale e la protezione delle popolazioni. Il Delegato si è fatto interprete con il Generale C.A. Dalzini dei sentimenti di vicinanza dei Cavalieri, delle Dame, dei Decorati e dei Volontari della Delegazione della Sicilia Occidentale. alle famiglie dei nostri militari caduti recentemente nell’adempimento del loro dovere.


 
Conferenza del Presidente del CISOM a Palermo Stampa E-mail
Giovedì 13 Marzo 2014 19:02

Nel quadro delle iniziative di service previste nel mese di marzo avente come oggetto l’informazione sull’impegno umanitario a Lampedusa, su proposta del socio e confratello prof. Manlio Corselli, i Presidenti dei R.C. ‘Palermo Sud’ e ‘Palermo Teatro del Sole’, ch.mo prof. ing. Giuseppe Pillitteri e N.H. avv. Francesco Giambrone, hanno invitato il Presidente della Fondazione del Corpo Italiano di Soccorso dell' Ordine di Malta  Narciso Salvo di Pietraganzili, il quale ha accettato di partecipare ad una tavola rotonda cui presenziavano S.E. il Console Generale della Repubblica di Tunisia a Palermo, Dott. Soussi,  il Presidente del Consorzio Universitario di Caltanissetta, prof. Giammusso, ed altre personalità.
L’illustre relatore ha esaurientemente esposto tutta la gamma degli interventi operativi che i Volontari svolgono in mare aperto nel primo socciorso sanitario e di rianimazione.
Nel suo interessante discorso, il Marchese di Pietraganzili ha delucidato la complessità organizzativa delle operazioni condotte al largo di Lampedusa dai medici, dagli specializzandi e dagli infermieri volontari del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, ma, volutamente, si è soffermato sulla grande motivazione che anima gli uomini e le donne della Fondazione, i quali spendono con generosità, serietà, abnegazione la propria qualificata professionalità nell’alveo della millenaria missione caritativa del Sovrano Ordine in armonia dei carismi dell’Ordine Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum.
La puntale e pregevole conversazione del Presidente del CISOM ha suscitato il vivo apprezzamento dei soci, i quali gli hanno rivolto numerose domande sulla bella ed efficiente realtà del Corpo di Soccorso.
Al termine dell’evento i Presidenti e tutti i soci dei due R.C. si sono rallegrati col Marchese Narciso Salvo di Pietraganzili, complimentando tutti i Volontari che egli presiede con grande impulso di coesione morale e di unità di Corpo.

 
Anniversario fondazione Comando Legione Carabinieri “Sicilia” Stampa E-mail
Sabato 08 Marzo 2014 19:07

Il Generale di Divisione Giuseppe Governale, Comandante la Legione Carabinieri "Sicilia", ha invitato il Marchese Don Paolo de Gregorio a presenziare alle manifestazioni che si sono svolte il 6 marzo in occasione dell'istituzione da parte del Generale Giuseppe Garibaldi, in nome di S.M. Vittorio Emanuele II, del primo Comando della Legione Carabinieri con sede a Palermo e giurisdizione in tutta l'isola.
Durante la cerimonia sono stati ricordati i maggiori episodi di eroismo che i Carabinieri in Sicilia hanno testimoniato a difesa dell'Italia unita e nella lotta contro il banditismo. Il Generale Governale ha sottolineato come la presenza dei Carabinieri nel Risorgimento sia stata un fattore di unificazione e di consenso alle istituzioni statali. I Carabinieri, egli ha aggiunto, sono stati da sempre costantemente vicini al popolo, garantendo l'ordine e la sicurezza sociale.
Il Delegato, nel ringraziare il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, ha voluto sottolineare lo spirito umanitario che anima tutto il personale dell'Arma, il quale svolge con fulgida abnegazione i propri compiti istituzionali.
Nel quadro dei tradizionali rapporti intercorsi tra l'Arma e la Delegazione della Sicilia Occidentale, il Marchese de Gregorio, a nome di tutti i Cavalieri, le Dame, i Volontari ed i Decorati, ha formulato al Generale Giuseppe Governale fervidi voti augurali per sempre nuovi e significativi successi e lo ha pregato di trasmettere al Comando Generale dei Carabinieri di Roma i nostri più vivi rallegramenti.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 56