Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Pellegrinaggio a Lourdes Stampa E-mail
Lunedì 11 Maggio 2015 12:40
In occasione del 57° Pellegrinaggio al Santuario di Nostra Signora di Lourdes della Lingua d'Italia, che ha avuto luogo dall'1 al 5 maggio, la Delegazione della Sicilia Occidentale ha preso parte con un gruppo di più di venti tra membri dell'Ordine e volontari.
Sotto la guida del Gran Priore Fra' Luigi Naselli di Gela, del Delegato Vincenzo Calefati di Canalotti e del Cappellano Magistrale Papas Luigi Lucini, i partecipanti al Pellegrinaggio hanno accompagnato cinque Signori Malati, prestando servizio come sorelle e barellieri.
Dopo il viaggio in nave da Palermo a Napoli, il gruppo si è unito alle altre delegazioni del Gran Priorato e da lì ha raggiunto in aereo la cittadina dei Pirenei.
Anche in un periodo di difficile congiuntura la partecipazione della Delegazione non è venuta meno e ha prestato servizio ai Signori Malati con il consueto entusiasmo e spirito di fratellanza.
I giovani barellieri alla prima esperienza non si sono sottratti ai ritmi serrati del servizio, mostrando avidità nell'apprendere e osservare.
All'emozione che si leggeva sui volti la sera della partenza, era possibile notare che si era sostituita al rientro una maturità differente, segnata dalle forti sensazioni condivise in questi giorni di servizio e di preghiera. Lontani dalle preoccupazioni e dalle distrazioni di ogni giorno, è stata un’occasione per vivere e testimoniare con il servizio la Fede, rafforzata dalla contemplazione dei luoghi in cui la nostra Madre Celeste ha scelto di apparire alla giovane Bernadette per sottolineare l'esigenza di una vera conversione.
Al ritorno a Palermo ecco il tanto temuto momento dei saluti, fra commozione e propositi che ognuno cercherà di portare avanti nella vita di ogni giorno, affrontandola con consapevolezza e spirito di riflessione diversi e con gratitudine e fiducia rinnovate. 
 
Il Delegato in visita agli Arcivescovi di Agrigento e Monreale Stampa E-mail
Mercoledì 06 Maggio 2015 18:31
Il Delegato della Sicilia Occidentale, Barone Vincenzo Calefati di Canalotti, si è recato in visita di cortesia da S. Em.za Rev.ma il Sig. Cardinale Montenegro, Arcivescovo di Agrigento, e successivamente da S. E. Rev.ma Mons. Pennisi, Arcivescovo di Monreale.
Nell’incontrare l’uno e l’altro Presule, il Delegato ha portato i filiali e devoti omaggi dei Cavalieri e delle Dame ascritti alla Delegazione, confermando i sentimenti di gratitudine per il loro Magistero spirituale e per il loro impegno di evangelizzazione e promozione umana.
Il Delegato ha voluto assicurare sia S. Eminenza il Sig. Cardinale di Agrigento, sia S. Eccellenza l’Arcivescovo di Monreale che la Delegazione e i Volontari che vi fanno capo continueranno a prodigarsi nel servizio ai poveri e nella difesa della fede, in coerenza con la missione del Sovrano Ordine.
S. Em.za Rev.ma il Sig. Cardinale Montenegro, Arcivescovo di Agrigento, si è compiaciuto col Barone Calefati di Canalotti per l’abnegazione testimoniata dai Confratelli di Agrigento e da tutti i Volontari della Delegazione a sostegno dei migranti, mentre S. E. Rev.ma Mons. Pennisi, Arcivescovo di Monreale, lo ha ringraziato per le iniziative caritative sviluppate nel territorio della sua Diocesi.
 
Incontro di preparazione al Pellegrinaggio a Lourdes Stampa E-mail
Lunedì 27 Aprile 2015 19:58
Domenica 26 aprile si è tenuta a Palazzo Ajutamicristo, ospiti del Delegato, il Barone Vincenzo Calefati di Canalotti, la riunione  spirituale di preparazione al prossimo pellegrinaggio internazionale al santuario di Nostra Signora di Lourdes.
Cavalieri, Dame, volontari della Delegazione della Sicilia Occidentale e anche uno tra gli assistiti hanno ascoltato le riflessioni sviluppate dal Cappellano Magistrale Papàs Luigi Lucini. Riprendendo il tema pastorale proposto, come ogni anno, dal santuario, che quest'anno è rappresentato dalla Gioia della Missione, Papàs Lucini ha richiamato il significato profondo del Pellegrinaggio, secondo il carisma dell'Ordine, di rendere testimonianza alla fede con le opere e la vita sacramentale. Come scriveva il Santo Padre Francesco nella Evangelii Gaudium, il servizio ai fratelli apre alla possibilità di "trasmettere valori", e di non perdere mai di vista le  nostre radici Cristiane.
Consapevoli della necessità di perfezionare in modo costante anche gli aspetti organizzativi e tecnici del servizio di assistenza ai Signori Malati,  dopo una accurata descrizione dei compiti e degli incarichi assegnati al personale, a supporto ed informazione dei partecipanti al pellegrinaggio per la prima volta, è stata rivolta l'attenzione alla presentazione proposta dal dott. Francesco Paolo Guarneri, medico e volontario della Delegazione, finalizzata alla trasmissione delle tecniche di  assistenza e mobilizzazione di pazienti con disabilità motoria, sensoriale e psichica.
La serata si è conclusa con un aperitivo, durante il quale il gruppo dei partecipanti al pellegrinaggio, guidato dal Delegato, dal consigliere con delega ai pellegrinaggi, Maria Tocchetti Calefati di Canalotti  e dal vice Delegato, la baronessa Virginia Martinez Tagliavia di San Giacomo, ha potuto così rinnovare lo spirito di fratellanza e l'entusiasmo nel servizio ai Signori Malati.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 63