S. Messa di Natale 2013 a Mussomeli Stampa E-mail
Domenica 22 Dicembre 2013 23:14

Il 21 Dicembre 2013, presso la Chiesa di S. Maria di Gesù in Mussomeli (CL), i Membri dell’Ordine di Malta, i Volontari ed il Gruppo C.I.S.O.M. di Caltanissetta, guidato dal Capo sezione Cav. di Grazia Magistrale e Croce al Merito Melitense Vincenzo Profita, ha voluto ancora una volta manifestare il più alto senso di carità e amore verso gli ultimi testimoniando ad una società sempre più distratta, e a volte indifferente verso la sofferenza altrui, il carisma proprio dell’Ordine di Malta cioè il servizio a favore dei Signori Ammalati.

In occasione della solennità del S. Natale, è stata rivolta una particolare attenzione agli ospiti dell’Associazione <<Casa Famiglia Rosetta>>, la cui sede di Mussomeli si trova nell’ex convento dei Gesuiti attiguo alla chiesa di S. Maria di Gesù, ove nel mese di Settembre si è svolta la “Giornata dell’Ammalato” alla presenza di S.E. Rev.mo Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta, e di S. E. Frà Luigi Naselli di Gela, Gran Priore di Napoli e Sicilia.

A presiedere la liturgia eucaristica è stato il P. Vincenzo Sorce, il quale ha voluto illustrare ai numerosi presenti la storia ed il cammino che fino ad oggi l’Associazione <<Casa Famiglia Rosetta>>, di cui è presidente, ha compiuto.

Infatti, l’Associazione <<Casa Famiglia Rosetta>> nasce a Caltanissetta agli inizi degli anni Ottanta come esperienza di volontariato promossa proprio da Don Vincenzo Sorce e da un gruppo di suoi collaboratori. L’iniziativa è una risposta ai bisogni del territorio nel campo dei servizi socio-sanitari, psico-sociali e socio-culturali: vuol essere -ed è- espressione del servizio della comunità cristiana ai più deboli.

Principale obiettivo dell’Associazione è quello di dare risposte concrete al problema dell’emarginazione: persone portatrici di handicap, con problemi di droga, di alcool e gioco d’azzardo, di A.I.D.S., anziani soli, malati di mente, minori a rischio, donne in difficoltà. Il suo stile di servizio si caratterizza come un approccio globale nei confronti del disagio erogando risposte multidisciplinari attraverso l’aiuto di strutture polivalenti, con professionalità e attenzione alla centralità della persona, in considerazione anche dei mutamenti sociali e culturali.

Padre Vincenzo Sorce ha manifestato vivo apprezzamento e gratitudine ai Membri dell’Ordine di Malta ed i Volontari della Sezione di Mussomeli per le cure riservate agli ospiti del centro di Mussomeli, che attualmente conta circa 150 assistiti.

Lo svolgersi della liturgia, oltre al valore dell’aspetto spirituale, ha suscitato forti sentimenti di commozione nei presenti: ammirevolmente alcuni dei Signori Assistiti, nonostante i loro limiti e le loro difficoltà, hanno collaborato prestando servizio all’altare.

Al termine della S. Messa gli stessi Volontari dell’Ordine di Malta hanno servito un rinfresco a tutti i presenti mentre gli ospiti del Centro, supportati da un gruppo di novenari, hanno allietato i presenti con canti natalizi in lingua siciliana.

La stanchezza fisica dei Volontari dell’Ordine di Malta accumulata nel corso della giornata, è stata ampiamente ripagata dal sorriso e dalla gioia di questi nostri fratelli meno fortunati nella cui persona non vediamo “dei bisognosi”.

Alla luce della fede cristiana che professiamo e della vocazione melitense che ci anima, noi riconosciamo, accogliamo e serviamo, secondo l’insegnamento del Signore Gesù, coloro che sono gli ultimi insieme a coloro che soffrono non solo per i mali fisici ma soprattutto per quelli morali così tanto spesso provocati dall’indifferenza e dalla discriminazione da molti uomini che nei volti di questi nostri fratelli non sanno vedere l’immagine dolorante del Figlio di Dio.


 
Incontro di preghiera e riflessioni Stampa E-mail
Sabato 21 Dicembre 2013 01:06

Sabato pomeriggio, 14 dicembre, il Cappellano Magistrale Don Angelo Chillura ha concluso il ciclo di appuntamenti di preghiera e riflessione dell’anno 2013. Erano presenti all’incontro, tenutosi presso la Basilica dell’Immacolata a San Francesco di Agrigento, più di venti persone tra membri dell’Ordine di Malta, decorati e volontari delle provincie di Agrigento e Caltanissetta, oltre che i nuovi membri ammessi all’anno di formazione. La parte iniziale dell’incontro, come di consueto, è stata dedicata da Don Angelo Chillura alla preghiera e, a seguire, alla Catechesi con una speciale “Lectio” in tre punti che, dalla lettura di brani scelti del Vangelo, ha condotto i presenti alla successiva riflessione per una adeguata preparazione al Santo Natale. L’incontro è proseguito con l’intervento del Cav. Pier Luigi Maratta che, dopo una breve introduzione sul significato simbolico del Pellegrinaggio Cristiano come “metafora della vita”, ha elencato i tradizionali Pellegrinaggi annuali dell’Ordine di Malta a Lourdes, Loreto e Assisi, soffermandosi in particolare a sottolineare la “plusvalenza” del Pellegrinaggio al servizio dei Signori ammalati. L’incontro è proseguito con la significativa testimonianza della famiglia del Cav. Giuseppe La Mendola che era presente al recente Pellegrinaggio a Loreto con la moglie, il figlio, la nuora e il nipotino. Infine il Cav. Gaetano Allotta ha riassunto brevemente le attività svolte sul territorio nel corso dell’anno trascorso chiedendo quindi ai presenti, in accordo con il Delegato della Sicilia Occidentale, il Marchese Don Paolo de Gregorio, di offrire suggerimenti per le nuove iniziative da realizzare il prossimo anno. L’incontro si è concluso con un breve momento conviviale e con l’appuntamento al 18 gennaio 2014 per la ripresa delle attività spirituali.

 
Agrigento, Messa degli auguri di Natale per i Signori ammalati Stampa E-mail
Giovedì 12 Dicembre 2013 20:20

Ieri pomeriggio alle ore 17.00, S.E. l'Arcivescovo Metropolita di Agrigento Mons. Francesco Montenegro ha celebrato la tradizionale Messa degli auguri di Natale agli ammalati presso la Cappella dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Invitati dal Cappellano dell’Ospedale Don Orazio Restivo, erano presenti alla solenne Celebrazione Eucaristica una qualificata rappresentanza di Membri dell’Ordine di Malta di Agrigento. I Cavalieri Agrigentini, fedeli alla missione propria dell’Ordine di costante vicinanza ai Signori Malati, non hanno voluto mancare al significativo appuntamento annuale. L’Ospedale di Agrigento, storicamente legato alla Religione Giovannita, poiché gestito dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme per quasi due secoli (dal 1368 al 1566), oggi a ricordo di quel glorioso passato, mostra la Croce Ottagona ad ornamento dell’altare marmoreo nella Cappella. Il Cavaliere di Grazia Magistrale Avv. Gaetano Allotta con il direttore sanitario dell’ospedale Dott. Antonello Seminerio si sono avvicendati nella lettura delle Sacre Scritture.Alla fine della Messa sono giunti ai Signori Malati e a S.E. l’ Arcivescovo i calorosi auguri del Gran Priore di Napoli e Sicilia S.E. Frà Luigi Naselli di Gela unitamente a quelli del Delegato della Sicilia Occidentale Marchese Don Paolo de Gregorio.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 53