Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Corso teorico-pratico di BLS-D per i membri della Delegazione Stampa E-mail
Giovedì 25 Febbraio 2016 14:45
Martedì 23 febbraio si è tenuto presso l’Accademia delle Scienze Mediche del Policlinico Universitario “Paolo Giaccone” di Palermo il corso teorico-pratico di BLS-D (Basic Life Support-Defibrillation), finalizzato alla trasmissione ed all’aggiornamento delle tecniche di rianimazione cardio-polmonare e dell’uso del defibrillatore semi-automatico esterno, da applicare in caso di arresto cardio-respiratorio. Tale problematica è sempre più di interesse comune dato l’elevato numero di morti cardiache improvvise nella popolazione generale.
Diverse sono state le istituzioni e gli enti coinvolti dall’iniziativa, ai quali si è rivolto il coordinatore, il Ch.mo Prof. Salvatore Novo, ordinario di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli Studi di Palermo. Grazie anche all’interessamento del confratello Dott. Francesco Paolo Guarneri hanno partecipato numerosi membri della Delegazione della Sicilia Occidentale, che è intervenuta insieme ai vari gruppi C.I.S.O.M. del territorio.
La formazione è stata divisa in una prima parte teorica, mediante lezione frontale, ed una seconda parte, composta da esercitazioni pratiche su manichino, al fine di simulare una situazione più simile possibile alla sfortunata eventualità di un arresto cardio-circolatorio.
Il Delegato, Barone Vincenzo Calefati di Canalotti ha presenziato e rappresentato l’Ordine nel corso dell’evento e, nel ringraziare il Prof. Novo a nome dell’Ordine, ha espresso il suo proposito di organizzare una successiva conferenza sulle medesime tematiche, rivolta esclusivamente a tutti i membri e volontari dell’Ordine, proprio con l’obiettivo di facilitare l’apprendimento e la divulgazione in modo sempre più capillare delle tecniche BLS-D, che, come è stato ormai acclarato, in taluni casi possono essere decisive e fare la differenza. 
 
Servizio ambulatoriale presso le Suore Vincenziane Stampa E-mail
Mercoledì 24 Febbraio 2016 12:23
Da alcuni anni la Delegazione della Sicilia Occidentale è vicina alla missione delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli le quali operano a Palermo fin dalla metà del XIX secolo fornendo assistenza in favore di coloro che versano in condizioni di disagio, di emarginazione e povertà materiale e spirituale.
La famiglia vincenziana, oltre alla storica presenza nel quartiere Noce, gestisce un centro di assistenza, con annessa farmacia, nel centro storico della città di Palermo, in Piazza Bellini. La farmacia, che si avvale del sostegno professionale del dott. Pappalardo, con l’aiuto di confratelli medici e farmacisti della Delegazione, serve gratuitamente stranieri e persone in condizioni di disagio sociale. Per far fronte al crescente numero di assistiti che si rivolgono alla professionalità dei volontari presso la farmacia, esercitando concretamente “l’obsequium pauperum”, il Delegato della Sicilia Occidentale Barone Vincenzo Calefati di Canalotti ha favorito il coinvolgimento di medici volontari del gruppo C.I.S.O.M. di Palermo e della Delegazione, guidati dal capogruppo ing. Francesco La Rocca. L’impegno regolare richiesto, condotto con spirito di carità cristiana, non si limita alla semplice distribuzione dei farmaci, ma cosa ancora più importante, permette di incontrare l’altro, conoscere le sue difficoltà, cercare un percorso di inclusione.
 
Dono di defibrillatori Stampa E-mail
Martedì 09 Febbraio 2016 19:41
Rotary-defibrillatoriVenerdì 5 febbraio il Presidente del Rotary di Agrigento, Dott. Guadagni, su proposta del Dott. Maratta, socio del medesimo Club e Cavaliere di Grazia Magistrale in Obbedienza, ha invitato il Presidente della Fondazione CISOM, Marchese Narciso Salvo di Pietraganzili, il Capo Gruppo di Palermo, Dott. Francesco La Rocca, e il Delegato della Sicilia Occidentale, Barone Vincenzo Calefati di Canalotti a partecipare ad una serata conviviale rotariana sul tema degli interventi umanitari e di soccorso effettuati dai Volontari del CISOM sotto l’egida del Sovrano Militare Ordine di Malta, durante la quale il Club Rotary di Agrigento ha generosamente donato e consegnato al Corpo di Soccorso del Sovrano Ordine ben quattro utilissimi defibrillatori di ultima generazione.
 Erano presenti tutti i Soci del Club con i loro familiari e numerosi Cavalieri e Dame della Provincia di Agrigento e di quelle vicine, appositamente invitati.
  Dopo avere sentitamente ringraziato, il Presidente della Fondazione CISOM, nella sua relazione accompagnata da due interessanti filmati sulle operazioni di salvataggio in mare nelle aree di emergenza dei flussi migranti, ha illustrato i campi operativi, i compiti di intervento, l’alta professionalità dei Volontari, ma soprattutto si è soffermato sui valori morali di abnegazione e dedizione che sostengono le azioni di salvataggio in aiuto di tanti infelici in fuga dalla guerra e in cerca di una nuova esistenza dignitosa.
 Il Capo Gruppo di Palermo si è unito ai ringraziamenti e, a sua volta, ha brevemente presentato ai soci del Rotary di Agrigento le numerose iniziative che, sempre condivise dalla Delegazione, si svolgono in occasione dei campi-giovani, dei giochi paraolimpici, del trasporto dei disabili e del pronto intervento sanitario.
 Il Barone Calefati di Canalotti ha fatto pervenire, tramite il Ch.mo prof. Manlio Corselli, i sensi della gratitudine dei Cavalieri e delle Dame, nonché il proprio compiacimento per la sensibilità di tutti i Soci del Rotary di Agrigento nel coniugare con la Delegazione della Sicilia Occidentale un medesimo impegno di servizio a favore dell’umanità e di salvezza per tante vite.
Al termine della relazione, il Presidente del Club di Agrigento, Dott. Guadagni, ha consegnato al Presidente della Fondazione CISOM, Marchese Narciso Salvo di Pietraganzili, la strumentazione sanitaria dei quattro defibrillatori, con l’auspicio che tale dotazione possa efficacemente essere utilizzata.
Nel riceverla, il Marchese Narciso Salvo di Pietraganzili ha espresso la propria soddisfazione ai Soci del Rotary Club di Agrigento per avere voluto manifestare in una maniera così tangibile la loro solidarietà ai Volontari dell’Ordine i quali, ovunque si trovano ad operare, si prodigano nel difficile impegno di salvare vite umane su cui incombe il rischio di una repentina morte.      
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 69