Stampa E-mail
Lunedì 29 Aprile 2013 09:00

Domenica 21 aprile u.s., sorelle e barellieri, pellegrini e assistiti partecipanti al prossimo pellegrinaggio a Lourdes della Delegazione Granpriorale della Sicilia Occidentale sono stati ospiti del Barone e della Baronessa Vincenzo e Pia Calefati di Canalotti per una riunione di preparazione, di preghiera e riflessione. Alla presenza del Delegato, Marchese don Paolo de Gregorio, il Cappellano Magistrale Papàs Luigi Maria Lucini, prendendo spunto dal tema pastorale proposto, come ogni anno, dal Santuario dedicato a Nostra Signora di Lourdes, ha ripercorso i gesti e le azioni di culto dei pellegrini di ieri e di oggi. Il segno della Croce, compendio minimo del nostro Catechismo, la roccia della Grotta, saldo punto di riferimento per la nostra vita, il lavarsi alle piscine per ottenere la guarigione spirituale e fisica, la luce delle candele nella processione mariale, il rientro alla vita di ogni giorno come veri testimoni nel mondo, rappresentano per ogni cristiano e in special modo per ogni cavaliere, dama, o volontario dell’ordine gerosolimitano, la “porta della fede”.

Dopo le parole del Cappellano Magistrale Mons. Rosario Mario Renna sul significato individuale dell’Anno della Fede, Maria Tocchetti Calefati di Canalotti, consigliere della Delegazione e responsabile per i pellegrinaggi, ha fornito indicazioni di ordine organizzativo per il viaggio a Lourdes. Inoltre, con l’aiuto del personale sanitario presente, sono state ricapitolate, con una vera e propria esercitazione pratica, le principali tecniche per prestare ai Signori Malati non autosufficienti un’assistenza efficace e competente.

L’incontro si è concluso con il cocktail, piacevole occasione per rafforzare lo spirito di amicizia e l’affiatamento di tutto il gruppo.