Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

Attivita' di Carità SMOM-CISOM nel Pistoiese Stampa E-mail
Martedì 10 Febbraio 2015 18:29
La nostra Delegazione di Firenze e precisamente la Sezione di Pistoia in totale sinergia col locale Gruppo CISOM  ha concluso la  raccolta  di prodotti alimentari e vestiario,  grazie al costante e continuo apporto dei parrocchiani della Parrocchia di Tobbiana il cui Parroco e’ Cappellano Magistrale e responsabile spirituale sia della Sezione che del Gruppo CISOM. La collettività è stata invitata da Don Cristoforo   a donare soprattutto generi di prima necessità, vestiario e coperte per aiutare le persone in difficoltà e le famiglie bisognose.  Il paese ha dimostrato e sta dimostrando una grandissima sensibilità nei confronti delle famiglie povere. Oggi ancora di più, le Persone sono consapevoli che solo con l’aiuto reciproco si può  ottenere il sostegno per affrontare le difficoltà quotidiane. In questo tempo di crisi abbiamo notato quanto sia aumentato il senso di solidarietà della popolazione Tobbianese, e questo fa’ riflettere su come la Carita’ unisca gli Uomini e le Donne  in difficolta’. I volontari del Gruppo SMOM-CISOM  di Pistoia hanno consegnato alla Signora Maria, responsabile dell’Associazione Raggio di Speranza in stazione, il materiale raccolto.
L’Associazione si occupa  di provvedere alle prime necessità di persone emarginate, considerandole come Fratelli e Sorelle sfortunati e bisognosi di affetto e considerazione. Queste Persone confrontati a gesti di amore e di  Carita’ ripagano con il loro affetto gli sforzi e contribuisono a far capire quanto la nostra Speranza Cristiana sia consolatrice anche per i cuori piu’ soli ed emarginati. I volontari dell’Associazione insieme ai Volontari e i Membri del nostro Ordine insieme raccolgono e distribuisono alla Stazione di Pistoia ed in altri loro rifugi: indumenti, coperte, pasta, panini, caffè, latte ed altri viveri di prima necessità.
La sezione della Delegazione insieme agli Amici del Gruppo CISOM di Pistoia continueranno cosi’ ad onorare anche con questa testimonianza il loro servizio al millenario e Sacrosanto Carisma Melitense.

Tommaso Di Niso,
Cavaliere di Grazia Magistrale e Capo Gruppo CISM di Pistoia



 
NEWSLETTER GRAN PRIORATO DI ROMA Stampa E-mail
Lunedì 16 Giugno 2014 13:15
Leggi tutto...
 
Pescia 10 Novembre 2013: V Festa del Malato. Stampa E-mail
Lunedì 18 Novembre 2013 10:43
Si è svolta a Pescia, il 10 novembre 2013, organizzata dalla sezione locale del Sovrano Militare Ordine di Malta, la V Festa del Malato. La giornata si è aperta con la Celebrazione Eucaristica presieduta da Don Stefano Salucci, Cappellano Magistrale, nella solennità della Dedicazione, presso la Chiesa di Maria SS. Assunta in Cielo in Castellare di Pescia ed è poi proseguita con la tradizionale colazione presso il cinquecentesco Convento di S. Leopoldo in Colleviti. Densa e suggestiva è stata la lectio magistralis che Don Salucci ha tenuto nel pomeriggio per tutti i partecipanti sul tema “La Tuitio fidei: alcune riflessioni a partire dall’Enciclica Lumen fidei di Papa Francesco” che integralmente di seguito pubblichiamo.Quinta Festa del Malato (Colleviti, Convento San Lodovico) 10 Novembre 2013."La Tuitio fidei: alcune riflessioni a partire dall’Enciclica Lumen fidei di Papa Francesco". 1  Un'Enciclica provvidenzialeCredo che l’l’enciclica Lumen Fidei di Papa Francesco sia oggi veramente provvidenziale: infatti mai come in questi nostri tempi la fede è oggetto di fraintendimento non solo per i non credenti ma anche per coloro che si dicono cristiani. Essa, talora, è sentita come un indice che connota l’appartenenza culturale e non meraviglia, dunque, che tra i più strenui difensori della fede cattolica si annoverino personaggi dal dubbio curriculum che se da una parte si dicono fervidi ammiratori della Chiesa, ultimo baluardo (sic!) contro il dilagante modernismo dall’altra, manifestano apertamente il loro personale agnosticismo, mostrando così, oltreché scarsa coerenza, un pericoloso relativismo, che Papa benedetto XVI più volte stigmatizzò come “il” male per eccellenza nella nostra società contemporanea.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 43