Esercitazione Poseidon 2014 Stampa E-mail
Giovedì 12 Giugno 2014 15:47
Dal 6 all’8 giugno 2014 presso il territorio dei Comuni di Amelia (TR) e di Penna in Teverina (TR) si è conclusa l’esercitazione “POSEIDON 2014” che il Comando Generale del Corpo Militare ACISMOM sta conducendo al fine di addestrare il personale alla pianificazione, all’organizzazione ed alla condotta di tutte le attività necessarie ad approntare, schierare e supportare lo strumento operativo durante le operazioni di intervento sanitario in caso di calamità sismica.
L’attività addestrativa, la cui direzione è stata affidata al 2° Reparto del Corpo Militare ACISMOM, ha visto la partecipazione di uomini e mezzi del 1°, 2°, 3° Reparto e del Reparto Operativo Emergenza.
L’esercitazione, è stata condotta con la collaborazione ed il patrocinio della Provincia di Terni, del Comune di Amelia e del Comune di Penna in Teverina, è stata inquadrata in uno scenario che simulava un evento sismico ed ha avuto lo scopo di saggiare ed affinare le procedure relative alla pianificazione, all’attivazione ed alla gestione del sistema di soccorso del Corpo Militare ACISMOM, sotto il profilo del supporto sanitario e logistico.
L’esercitazione, avviata lo scorso mese di gennaio con una fase statica di formazione teorico-pratica, si è conclusa con un percorso addestrativo che visto diverse attività, con il fine di valutare la preparazione del personale impegnato ad operare in situazioni, seppur simulate, di stress operativo. É stata testata la capacità di attivazione dell’intervento in un arco temporale di poche ore, come iniziale risposta operativa all’emergenza, tenendo conto delle difficoltà per la mobilità e dei tempi di attivazione del sistema di coordinamento nazionale, regionale e locale necessario alla gestione delle risorse disponibili. Sono state svolte una serie di attività per fronteggiare situazioni simulate di pericolo, di supporto e di soccorso, quali il recupero delle vittime imprigionate dalle macerie ed il primo trattamento nella zona di salvataggio, la stabilizzazione dei feriti all’interno del Posto Medico Avanzato, le procedure di attivazione MEDEVAC per il trasferimento presso altra struttura sanitaria, interventi in presenza di agenti chimici e batteriologici. È stata inoltre attivata un’Unità Mobile Veterinaria con funzione di unità operativa che ha sovrainteso ai servizi veterinari per quanto attiene alla medicina preventiva, curativa, salvavita e di stabilizzazione, nonché alla medicina legale veterinaria. Infine, la simulazione di un blackout temporaneo della telefonia fissa dei soggetti coinvolti è servita a testare la funzionalità delle comunicazioni radio in emergenza.
 
68° Anniversario Fondazione Repubblica Italiana Stampa E-mail
Giovedì 12 Giugno 2014 15:33
Il Corpo Militare ACISMOM ha partecipato alle celebrazioni del 68° anniversario della fondazione della Repubblica.
Ha dato il suo contributo sia all'Altare della Patria, dove 2 Ufficiali e 2 Sottufficiali hanno partecipato alla rappresentanza d’onore in occasione della deposizione della corona d’alloro da parte del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sia alla Parata di Via dei Fori Imperiali. Quest’ultima, anche per quest’anno in forma sobria ed essenziale, ha visto la partecipazione di una formazione marciante composta da un blocco 6x6, il Gruppo Bandiera ed il Comandante di Compagnia.

 

 
Cerbero 2014 Stampa E-mail
Martedì 03 Giugno 2014 12:45

L'esercitazione ha visto operare in perfetta sinergia il Corpo Militare, con un'unità di sorveglianza e risposta CBRN del ROE ed un'unità di ricognizione e medical intelligence dell'U.T. "Puglia" del 3° Reparto, e l'Associazione Farmacisti Volontari e di Protezione Civile - Puglia con elementi qualificati di risposta alle maxiemergenze ed al rischio evolutivo CBRN. Si è trattato di una prova articolata e complessa di risposta sanitaria ad un rischio da contaminazione chimica a seguito di evento catastrofico. L'esercitazione, svolta nel più assoluto realismo con feriti/comparse politraumatizzati truccate in modo perfetto e veritiero possibile, è servita a testare un dispositivo sanitario previsto in corso di eventi CBRN, a valutare l'integrazione di diverse componenti in una unica task force sanitaria con il coinvolgimento dei farmacisti volontari che hanno allestito una farmacia dispensario con possibilità di produrre prodotti galenici.
Il dispositivo prevedeva l'allestimento di un ROLE 1 plus con caratteristiche CBRN (corridoio di controllo e decontaminazione), farmacia dispensario, componente di medical intelligence.
All'esercitazione hanno assistito e preso parte attiva i partecipanti al corso teorico pratico "gestione sanitaria di eventi determinati da calamità naturali: il ruolo del farmacista volontario di protezione civile" che ha visto come relatori e tutors alcuni elementi del ROE del Corpo Militare; corso organizzato con il patrocinio della Consulta Regionale degli Ordini dei Farmacisti della Regione Puglia, degli Ordini dei Farmacisti di Bari-Bat, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto e la partecipazione del Servizio di Protezione Civile della Regione Puglia.
Ha fatto da splendido scenario il Mar Piccolo di Taranto e gli approdi dell'idroscalo della Scuola Volontari di Truppa dell'Aeronautica Militare (SVATAM).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 25