Messaggio
  • Informativa Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per gestire l’autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando questo sito web, accetti che questi tipi di cookie vengano registrati sul tuo dispositivo.

    Visualizza l’informativa sulla Privacy

L’Italia e le Armi Chimiche tra Storia e Attualità Stampa E-mail
Martedì 10 Febbraio 2015 17:22
Un incontro a Milano per il grande pubblico a cento anni dal primo impiego di aggressivi chimici per uso bellico. Il 2 febbraio scorso si è tenuto a Milano, presso il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi, l’incontro-dibattito “L’Italia e le Armi Chimiche tra Storia e Attualità: dalla Prima Guerra Mondiale 1915-1918 alla Convenzione di Parigi del 1993”, organizzato dalla Società Chimica Italiana con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. La recente vicenda delle armi chimiche siriane e l’attribuzione del Premio Nobel per la Pace 2013 all’Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche, OPCW, hanno infatti suscitato da parte dell’opinione pubblica un crescente interesse su queste tematiche, al quale questo genere di iniziativa ha voluto dare risposta.
Leggi tutto...
 
138° anniversario della Fondazione del Corpo Stampa E-mail
Lunedì 09 Febbraio 2015 15:49
Il 31 gennaio 2015 presso la caserma “Artale”, sede del Comando del Corpo Militare ACISMOM, si sono svolti una serie di eventi celebrativi sia del 138° Anniversario della Fondazione del Corpo, cominciati qualche giorno prima al Sacrario Militare di Nervesa della Battaglia-Montello (TV), sia del Centenario dell’ingresso dell’Italia nel primo conflitto mondiale. In mattinata, presso la Piazza d’Armi della caserma, hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana, 57 volontari del Corpo, fra Sergenti, Graduati di Truppa e Militi, alla presenza di S.A.E. il Principe e Gran Maestro Frà Matthew Festing e di alcuni Dignitari dell’Ordine. A seguire, presso l’aula “Cap. Gian Paolo Manni” del Comando del Corpo, Mons. Luigi De Palma, Cappellano Capo del Corpo Militare, ha tenuto una interessante conferenza dal titolo: “L’intervento dell’Ordine di Malta nella Grande Guerra”, ricordando il sacrificio e l’abnegazione dei volontari del Corpo intervenuti nel conflitto ad alleviare le sofferenze dei colleghi impiegati al fronte, nonché l’importanza dell’impiego dei treni sanitari, dei posti di soccorso e degli ospedali da guerra. Al termine della conferenza è stato inaugurato il museo storico del Corpo Militare nella sua nuova veste, riorganizzato ed ampliato nella parte relativa al primo conflitto mondiale. I presenti hanno manifestato al Colonnello Fine, Comandante del Corpo, parole di stima e ammirazione per il lavoro compiuto, soprattutto per la riproduzione scenica di un posto di soccorso in uso durante il primo conflitto. Nel pomeriggio hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana ben 33 volontari, fra Ufficiali e Marescialli, accompagnati dai rispettivi famigliari. A coronamento delle intense attività quotidiane, in serata, c’è stato un momento di incontro conviviale presso il Complesso Logistico “Pio IX”.
 
Cerimonia Nervesa della Battaglia Stampa E-mail
Lunedì 09 Febbraio 2015 15:48
Il 29 gennaio 2015 presso il Sacrario Militare di Nervesa della Battaglia – Montello (TV) il Marchese Salvo di Pietraganzili, Vice Commissario Magistrale dell’ACISMOM ed il Colonnello Fine, Comandante del Corpo Militare, hanno deposto una corona di alloro al sacello del Milite Eugenio Della Massa, Volontario del Corpo Militare, il quale all’alba del 1° gennaio del 1918 perse la vita colpito da una bomba nemica mentre trasportava dei feriti a pochi chilometri dal Posto di Soccorso di Castelfranco Veneto, presso il quale prestava servizio. Per il suo eroismo gli venne concessa nel settembre del 1918 la Medaglia al Valore. Tale cerimonia, a cui ha fatto seguito la Solenne Messa celebrata dal nostro Cappellano Militare Don Repossi, ha voluto commemorare un personaggio significativo del contributo e del sacrificio che il personale del Corpo ha reso durante la Prima Guerra Mondiale, ricorrendone il centenario, ma è stata altresì l’occasione per celebrare in modo differente dagli altri anni il 138° Anniversario della fondazione del Corpo Militare. La deposizione della corona di alloro è stato un momento particolarmente commovente per gli oltre cinquanta volontari accorsi per assistere alle solenni celebrazioni.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 31